È difficile qualificare una festa di famiglia come un „evento“ o parlare di „confluenza di grandi folle“.

È difficile qualificare una festa di famiglia come un „evento“ o parlare di „confluenza di grandi folle“.

È difficile qualificare una festa di famiglia come un „evento“ o parlare di „confluenza di grandi folle“.

La legge sull’epidemia modificata fa riferimento solo tre volte alle attuali gazzette della legge federale sulla crisi della corona. Come si può capire la struttura giuridica che c’è dietro? Una legge come questa deve rimanere il più snella e generale possibile? Il problema fondamentale con la legge sull’epidemia è che non si adatta davvero a una pandemia come quella che stiamo vivendo attualmente. A tal fine è stato approvato il Covid Measures Act con tutta una serie di leggi di accompagnamento e dotato di una „clausola di caducità“. Ciò significa che c’è una data di scadenza di fine anno se non viene prorogata.

Si è quindi scelto un modo per lasciare sostanzialmente l’Atto sull’epidemia con gli strumenti disponibili e, dove non è sufficiente, per emanare una legge temporanea “pandemica”. Ciò vale anche per un chiarimento delle regole sul risarcimento per mancato guadagno.

„Lo stato aveva il problema di non poter gestire finanziariamente un blocco generale da solo“

Nella versione originale, lo Stato avrebbe dovuto compensare per intero … Esatto, ma ora lo Stato aveva il problema che per un blocco generale doveva paralizzare vaste aree dell’economia, che non poteva gestire finanziariamente da solo. Pertanto, nella sezione 4 (2) della legge sulle misure Covid-19, è stato chiarito che le norme di compensazione della legge sulle epidemie non si applicano.

Lo capisco e lo considero costituzionale, perché l’Austria si trova ad affrontare una situazione diversa da quella originariamente prevista dalla legge sull’epidemia. Non si tratta di un singolo imprenditore che, in via eccezionale, deve fare una restrizione per tutti gli altri, tutti devono farlo ora.

Anche l’esenzione dei gruppi a rischio non è regolamentata dalla legge sull’epidemia. Perchè no? Questo è stato incorporato in altre leggi ed è di nuovo un regolamento di accompagnamento, perché si spera che questo si applichi solo al Covid -19 e che presto finisca.

Non sembra particolarmente sostenibile, vero? No non lo è. Dovrai sicuramente pensare a come sei legalmente meglio posizionato per eventi simili in futuro.

L’avvocato costituzionale Heinz Mayer ha affermato che il regolamento è incostituzionale. Sei d’accordo con quello? Considero assolutamente comprensibile la sua argomentazione per quanto riguarda i gruppi a rischio nel settore sanitario, sì.

Ci sono cambiamenti che ti hanno sorpreso? No, c’è poco di nuovo in termini di contenuto nell’Epidemic Act e non è stato aggiunto nulla di sorprendente.

„La portata dell’autorità di agire dovrebbe essere limitata interpretativamente“

Quali deficit dovresti evidenziare in sintesi?opiniones de slim4vit Per me l’ambiguità del termine “evento” è ancora un problema. Anche l’espansività dell’autorizzazione ad agire dovrebbe essere limitata interpretativamente, perché si deve pensare al principio di proporzionalità nella sua forma attuale.

L’associazione per la tutela dei consumatori rappresenta migliaia di vacanzieri feriti in Tirolo, è in corso una class action. Lo stato del Tirolo può anche essere chiamato a rendere conto ai sensi della prima parte principale della legge sull’epidemia? Fondamentalmente, dovrebbe essere chiaro che la protezione dei consumatori può fare due cose: da un lato, può citare in giudizio gli albergatori privati ​​perché hanno violato i loro obblighi di protezione o non avrebbero potuto avvertire gli ospiti in arrivo in tempo utile. D’altra parte, può intentare una causa per responsabilità ufficiale contro determinate persone giuridiche. La legge sull’epidemia è la cosiddetta „amministrazione federale indiretta“. Con una prospettiva di successo, la protezione dei consumatori può usarla solo contro il governo federale. In questo caso, il governo federale potrebbe essere in grado di ricorrere contro il governatore e altri organi statali, ma per il momento non sarà così.

Quindi lo stato del Tirolo non può essere confrontato direttamente con un’azione collettiva? La responsabilità ufficiale presuppone anche che le forze dell’ordine abbiano agito illegalmente, che deve essere anche colpevole. Gli organi esecutivi della legge sull’epidemia sono ad es. il governatore e le autorità amministrative del distretto. Deve essere dimostrato loro che hanno agito in modo illegale e perlomeno negligente, vale a dire che avrebbero dovuto reagire più rapidamente, ad esempio. Ma non vedo lo stato del Tirolo come qualcuno che potrebbe essere denunciato direttamente.

Hai usato il moderno Swiss Epidemic Act come modello: fino a che punto si può basare su di esso l’Austrian Epidemic Act? La struttura generale della stessa legge svizzera sull’epidemia è più moderna. I singoli punti non sarebbero quindi sufficienti, è necessaria una revisione fondamentale. Nella sua forma attuale, la legge austriaca sull’epidemia è solo una soluzione di emergenza.

Gli attuali sviluppi riguardanti la crisi della corona in Austria

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Rinnovato, ma ancora obsoleto: il

Crisi Corona

era il motivo per un emendamento alla legge austriaca sull’epidemia.

Avvocato costituzionale Peter Bußjäger

dice che è stato solo „maltrattato con“. In un’intervista a news.at, sottolinea i principali problemi strutturali.

Signor Bußjäger, all’inizio della crisi si è lamentato del fatto che la legge sull’epidemia respirava lo spirito di epoche passate. Secondo lei, questo è migliorato nell’emendamento del 10 aprile? No, non è migliorato molto. È stato fatto un piccolo ritocco ed è stato approvato anche il Covid Measures Act. Questo può essere visto molto bene sul „Decreto di Pasqua“: il governo federale ha cercato di regolare le riunioni e si è basato sul paragrafo 15 della legge sull’epidemia, che tratta di „misure contro la confluenza di grandi folle“ Discorso.

Nel caso in cui volessi semplicemente mantenere il contatto tra la popolazione e le altre persone il più basso possibile durante la Pasqua, ti accorgi immediatamente che questo non va bene. È difficile qualificare una festa di famiglia come un „evento“ o parlare di „confluenza di grandi folle“.

La legge sull’epidemia modificata fa riferimento solo tre volte alle attuali gazzette della legge federale sulla crisi della corona. Come si può capire la struttura giuridica che c’è dietro? Una legge come questa deve rimanere il più snella e generale possibile? Il problema fondamentale con la legge sull’epidemia è che non si adatta davvero a una pandemia come quella che stiamo vivendo attualmente. A tal fine è stato approvato il Covid Measures Act con tutta una serie di leggi di accompagnamento e dotato di una „clausola di caducità“. Ciò significa che c’è una data di scadenza di fine anno se non viene prorogata.

Si è quindi scelto un modo per lasciare sostanzialmente l’Atto sull’epidemia con gli strumenti disponibili e, dove non è sufficiente, per emanare una legge temporanea “pandemica”. Ciò vale anche per un chiarimento delle regole sul risarcimento per mancato guadagno.

„Lo stato aveva il problema di non poter gestire finanziariamente un blocco generale da solo“

Nella versione originale, lo Stato avrebbe dovuto compensare per intero … Esatto, ma ora lo Stato aveva il problema che per un blocco generale doveva paralizzare vaste aree dell’economia, che non poteva gestire finanziariamente da solo. Pertanto, nella sezione 4 (2) della legge sulle misure Covid-19, è stato chiarito che le norme di compensazione della legge sulle epidemie non si applicano.

Lo capisco e lo considero costituzionale, perché l’Austria si trova ad affrontare una situazione diversa da quella originariamente prevista dalla legge sull’epidemia. Non si tratta di un singolo imprenditore che, in via eccezionale, deve fare una restrizione per tutti gli altri, tutti devono farlo ora.

Anche l’esenzione dei gruppi a rischio non è regolamentata dalla legge sull’epidemia. Perchè no? Questo è stato incorporato in altre leggi ed è di nuovo un regolamento di accompagnamento, perché si spera che questo si applichi solo al Covid -19 e che presto finisca.

Non sembra particolarmente sostenibile, vero? No non lo è. Dovrai sicuramente pensare a come sei legalmente meglio posizionato per eventi simili in futuro.

L’avvocato costituzionale Heinz Mayer ha affermato che il regolamento è incostituzionale. Sei d’accordo con quello? Considero assolutamente comprensibile la sua argomentazione per quanto riguarda i gruppi a rischio nel settore sanitario, sì.

Ci sono cambiamenti che ti hanno sorpreso? No, c’è poco di nuovo in termini di contenuto nell’Epidemic Act e non è stato aggiunto nulla di sorprendente.

„La portata dell’autorità di agire dovrebbe essere limitata interpretativamente“

Quali deficit dovresti evidenziare in sintesi? Per me l’ambiguità del termine “evento” è ancora un problema. Anche l’espansività dell’autorizzazione ad agire dovrebbe essere limitata interpretativamente, perché si deve pensare al principio di proporzionalità nella sua forma attuale.

L’associazione per la tutela dei consumatori rappresenta migliaia di vacanzieri feriti in Tirolo, è in corso una class action. Lo stato del Tirolo può anche essere chiamato a rendere conto ai sensi della prima parte principale della legge sull’epidemia? Fondamentalmente, dovrebbe essere chiaro che la protezione dei consumatori può fare due cose: da un lato, può citare in giudizio gli albergatori privati ​​perché hanno violato i loro obblighi di protezione o non avrebbero potuto avvertire gli ospiti in arrivo in tempo utile. D’altra parte, può intentare una causa per responsabilità ufficiale contro determinate persone giuridiche. La legge sull’epidemia è la cosiddetta „amministrazione federale indiretta“. Con una prospettiva di successo, la protezione dei consumatori può usarla solo contro il governo federale. In questo caso, il governo federale potrebbe essere in grado di ricorrere contro il governatore e altri organi statali, ma per il momento non sarà così.

Quindi lo stato del Tirolo non può essere confrontato direttamente con un’azione collettiva? La responsabilità ufficiale presuppone anche che le forze dell’ordine abbiano agito illegalmente, che deve essere anche colpevole. Gli organi esecutivi della legge sull’epidemia sono ad es. il governatore e le autorità amministrative del distretto. Deve essere dimostrato loro che hanno agito in modo illegale e perlomeno negligente, vale a dire che avrebbero dovuto reagire più rapidamente, ad esempio. Ma non vedo lo stato del Tirolo come qualcuno che potrebbe essere denunciato direttamente.

Hai usato il moderno Swiss Epidemic Act come modello: fino a che punto si può basare su di esso l’Austrian Epidemic Act? La struttura generale della stessa legge svizzera sull’epidemia è più moderna. I singoli punti non sarebbero quindi sufficienti, è necessaria una revisione fondamentale. Nella sua forma attuale, la legge austriaca sull’epidemia è solo una soluzione di emergenza.

Gli attuali sviluppi riguardanti la crisi della corona in Austria

Leggi le notizie per 1 mese ora gratuitamente! * * Il test termina automaticamente.

Altro su questo ▶

NOTIZIE DALLA RETE

Vinci subito auricolari true wireless da JBL! (E-media.at)

Nuovo accesso (yachtrevue.at)

8 motivi per cui è bello essere single (lustaufsleben.at)

Hamburger di gamberi al salmone con maionese al wasabi e cetriolo al miele (gusto.at)

Nella nuova tendenza: Shock-Down: per quanto tempo l’economia può resistere ai blocchi? (Trend.at)

Le 35 migliori serie per famiglie per ridere e sentirsi bene (tv-media.at)

E-Scooter a Vienna: tutti i fornitori e prezzi 2020 a confronto (autorevue.at)

Rinnovato, ma ancora obsoleto: il

Crisi Corona

era il motivo per un emendamento alla legge austriaca sull’epidemia.

Avvocato costituzionale Peter Bußjäger

dice che è stato solo „maltrattato con“. In un’intervista a news.at, sottolinea i principali problemi strutturali.

Signor Bußjäger, all’inizio della crisi si è lamentato del fatto che la legge sull’epidemia respirava lo spirito di epoche passate. Secondo lei, questo è migliorato nell’emendamento del 10 aprile? No, non è migliorato molto. È stato fatto un piccolo ritocco ed è stato approvato anche il Covid Measures Act. Questo può essere visto molto bene sul „Decreto di Pasqua“: il governo federale ha cercato di regolare le riunioni e si è basato sul paragrafo 15 della legge sull’epidemia, che tratta di „misure contro la confluenza di grandi folle“ Discorso.

Nel caso in cui volessi semplicemente mantenere il contatto tra la popolazione e le altre persone il più basso possibile durante la Pasqua, ti accorgi immediatamente che questo non va bene. È difficile qualificare una festa di famiglia come un „evento“ o parlare di „confluenza di grandi folle“.

La legge sull’epidemia modificata fa riferimento solo tre volte alle attuali gazzette della legge federale sulla crisi della corona. Come si può capire la struttura giuridica che c’è dietro? Una legge come questa deve rimanere il più snella e generale possibile? Il problema fondamentale con la legge sull’epidemia è che non si adatta davvero a una pandemia come quella che stiamo vivendo attualmente. A tal fine è stato approvato il Covid Measures Act con tutta una serie di leggi di accompagnamento e dotato di una „clausola di caducità“. Ciò significa che c’è una data di scadenza di fine anno se non viene prorogata.

Si è quindi scelto un modo per lasciare sostanzialmente l’Atto sull’epidemia con gli strumenti disponibili e, dove non è sufficiente, per emanare una legge temporanea “pandemica”. Ciò vale anche per un chiarimento delle regole sul risarcimento per mancato guadagno.

„Lo stato aveva il problema di non poter gestire finanziariamente un blocco generale da solo“

Nella versione originale, lo Stato avrebbe dovuto compensare per intero … Esatto, ma ora lo Stato aveva il problema che per un blocco generale doveva paralizzare vaste aree dell’economia, che non poteva gestire finanziariamente da solo. Pertanto, nella sezione 4 (2) della legge sulle misure Covid-19, è stato chiarito che le norme di compensazione della legge sulle epidemie non si applicano.

Lo capisco e lo considero costituzionale, perché l’Austria si trova ad affrontare una situazione diversa da quella originariamente prevista dalla legge sull’epidemia.